CICO FALZONE
DANIELE CAMPANI
BEPPE CARLETTI
MASSIMO VECCHI
SERGIO REGGIOLI
 
Tastiere pianoforte fisarmonica

Beppe Carletti, all'anagrafe Giuseppe Carletti (Novi di Modena, 12 agosto 1946)


Nel 1963, allora sedicenne, fonda lo storico gruppo dei Nomadi, nato dal suo gruppo precedente, quello dei Monelli, assieme ad Augusto Daolio, Franco Midili, Leonardo Manfredini, Gualberto Gelmini e Antonio Campari, e ne diventa il tastierista fino ai iorni nostri. Ma il suo talento musicale si estende anche ad altri strumenti quali il pianoforte, la fisarmonica, l'itano Hammond e il sintetizzatore.

È l'unico membro della band rimasto dei fondatori ed è considerato dai fans il leader indiscusso del gruppo.

Nel 1968, partecipa all'incisione del 45 giri Un altro giorno è andato - Il bello, ell'amico Francesco Guccini.

Nel 1972, con lo pseudonimo di Capitan Nemo, incide due 45 giri da solista: 20.000 leghe / 000.02 ehgel e 20.000 leghe / Wild Thing. I dischi vendettero oltre 120.000 copie, e il successo fu tanto che per un certo periodo il gruppo di Beppe fu pubblicizzato come I Nomadi e Capitan Nemo. In seguito, la casa discografica EMI si appropriò del nome Capitan Nemo per fare incidere altri 45 giri ad altri musicisti.

Da sempre impegnato in iniziative socio-umanitarie, tra le quali la costruzione di una casa di accoglienza per bambini in Cambogia ed in Vietnam dove vengono aiutate ragazze vittime della baby-prostituzione.

Il 18 febbraio 2005, il giorno del compleanno di Augusto Daolio, Beppe Carletti è stato nominato Cavaliere della Repubblica Italiana dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi.Il 19 agosto 2009 partecipa insieme a numerosi altri artisti al Concerto per Viareggio, concerto benefico ideato da Zucchero
in seguito al disastro ferrioviario di Viareggio.Nel maggio 2011 è stato presidente della giuria italiana dell'Eurovision Song Contest.

Il 22 novembre 2011 viene pubblicato il suo primo cd solista intitolato L’altra metà dell’anima e composto per intero da pezzi strumentali,
in cui il tastierista ha voluto esprimere i propri sentimenti.

Nel 2012, a seguito dei terremoti che hanno colpito l'Emilia, la sua terra, è stato promotore del Concerto per l'Emilia, tenutosi il 25 maggio, riuscendo a coinvolgere numerosi artisti, oltre che la Rai, che ha trasmesso l'evento.

Chitarre voce
 
Nato a Porto Empedocle (AG) il 31 luglio 1956 - nei Nomadi dal luglio
del 1990
 
È nato in Sicilia, ma si può ormai affermare che sia un parmigiano a tutti gli effetti. Musicista per un destino preciso e testardo, non potrebbe essere nient'altro che musicista, infatti ha suonato in vari gruppi locali, ha accompagnato tournèe e lavorato in sala di registrazione per artisti
famosi e non ,  ha insegnato musica in scuole e privatamente. Colleziona chitarre e un paio di queste le ha fatte costruire su misura. È tifoso del Parma...
Grande animatore dei concerti , legge i messaggi e gli striscioni arrivati sul palco. Oltre a suonare la chitarra durante i concerti possiamo sentirlo cantare in alcune canzoni, come "Crescerai" e "Un giorno insieme".
Dal 3 luglio 2003 è papà di Carolina.

Batteria
 
Nato ad Albinea (RE) il 4 luglio 1961 - nei Nomadi dal luglio del 1990
 
Prima d'entrare nei Nomadi ha suonato con vari gruppi locali. Ha lavorato come copywriter in una agenzia pubblicitaria di Reggio
Emilia e proprio per questa sua qualità è autore delle copertine di alcuni degli album dei Nomadi. Ex promessa del calcio, ora si dedica alla pesca, sport più in sintonia con il suo carattere e che lo porta a preferire la tranquillità e il contatto con la natura.
Ama gli animali, i grandi viaggi, l'archeologia ed è tifoso del Milan
Gli piace leggere di saggistica e poesia tra la più varia, colleziona minerali, fossili, conchiglie, oggetti di artigianato, strumenti etnici, reperti archeologici e strumenti musicali.
Basso, contrabbasso, voce


Massimo Vecchi è nato a Reggio Emilia nel 1970; all'età di sei anni, dimostrando una passione totale per qualsiasi cosa che emetta un suono, viene iscritto dalla madre al conservatorio Achille Peri di Reggio Emilia.

Ma le regole di una scuola importante non fanno per lui al che comincia un pellegrinaggio alla ricerca della passione, cosa che Massimo trova al Cepam di Reggio Emilia grazie ad un grandissimo insegnante, Tiziano Bellelli, e poi affina al Cpm di Milano con il grandissimo e compianto Stefano Cerri.

Nel 1998, dopo 15 anni di esperienze musicali, viene contattato da Cico Falzone, chitarrista del gruppo musicale dei Nomadi, che lo invitò ad entrare nel gruppo; Massimo diviene così bassista e seconda voce della band, ruolo che mantiene tutt'ora.
Violino, Chitarra, Flauto, Percussioni, Tromba, Pianoforte

Sergio Reggioli (Recanati, 19 settembre 1970) è un polistrumentistaitaliano, dal 1998 fa parte del gruppo dei Nomadi.

Ha ottenuto il diploma in violino al conservatorio di Pesaro ed è entrato nei Nomadi nel 1998. Con il suo ingresso, che va a colmare il vuoto lasciato da Andrea Pozzoli,il gruppo ritrova uno strumento come il violino in precedenza suonato da Chris Dennis. Ma il talento polistrumentista di Sergio Reggioli non si ferma al violino: suona anche le percussioni, suonate stabilmente assieme alla chitarra, fino ad arrivare alla tromba e al pianoforte, che però non suona con i Nomadi. Particolarmente bella e nostalgica la versione moderna della canzone "Suoni", dove il violino, suonato magnificamente, prende il posto della voce del compianto Augusto Daolio.

È sposato e dal 24 agosto 2005 papà di Marialuce.

Yuri Cilloni

Voce - nato a Montese (Mo)  
Yuri entra nei Nomadi il 03 Marzo 2017 in occasione del concerto di Domodossola
Yuri Cilloni, un 44 originario di Montese, in provincia di Modena; si accentua così l'emilianità del gruppo. Lui è uno che con I Nomadi ha una lunga frequentazione:
da anni è il cantante della cover band modenese dei Nomadi, "Lato B", fondata nel 1992.

Fra l'altro è succeduto al padre, il primo cantante della stessa band, comparso anche nella fotografia di copertina del doppio live dei Nomadi "Ma che film la vita", del 1992.